Cinema

CINEMA A SCUOLA CON CINEUR, IL PROGETTO CHE PROMUOVE L'EDUCAZIONE VISIVA E IL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO TRA GLI STUDENTI

                                                  

L'I.C. Pallavicini, insieme ai partner "Senza titolo" e Cinecittà si Mostra, è ente capofila del progetto Cineur: l'incanto del cinema dall'Eur a Cinecittà, vincitore del bando "CinemaScuolaLAB - Cinema per la Scuola - I progetti delle e per le scuole" per l'anno scolastico 2019 - 2020 nell'ambito del Piano Nazionale Cinema per la scuola, iniziativa promossa da Miur e Mibact.
Il progetto è frutto di una progettazione condivisa tra la scuola e "Senza titolo" con il partneriato scientifico del Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra.
Le attività laboratoriali sono realizzate dagli educatori museali di "Senza titolo" specializzati in didattica del cinema.

PROGETTO - Un articolato progetto didattico di cinema per le scuole che promuove il valore educativo del cinema, favorisce la dimensione narrativa tipica del linguaggio cinematografico, incentiva una condizione di apprendimento interattivo e partecipato attraverso la pratica laboratoriale, stimola nei bambini e nei ragazzi la sperimentazione attiva attraverso le attività manipolative e multimediali.
Cineur:l'incanto del cinema dall'Eur a Cinecittà promuove l'educazione visiva a scuola e la conoscenza del patrimonio culturale della città attraverso il cinema mettendo in relazione due luoghi iconici della città di Roma: il quartiere dell'EUR - IX Municipio della città in cui si trova l'I.C. Pallavicini, ente capofila del progetto - e Cinecittà, la città del cinema più famosa nel mondo.

INCONTRI A SCUOLA - Il progetto Cineur:l'incanto del cinema dall'Eur a Cinecittà coinvolge i 5 plessi dell'I.C. Pallavicini e prevede incontri laboratoriali a scuola con tutte le 57 classi della scuola dell'infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Con ogni classe viene realizzato un elaborato multimediale, risultato della sperimentazione pratica realizzata con i bambini e i ragazzi.
.

 

Per saperne di più clicca qui